Sui blocchi

Lunedì

Pica fa il suo ingresso al fiocco Arancio.
Quest’anno abbiamo le seguenti novità:
1) sebbene il fiocco arancio l’anno scorso fosse già il più bello tra i belli, quest’anno è il più bellissimo tra i bellissimi.
2) Pica non è più una piccola ma una mezzana (il che ovviamente la rende superorgogliosa).
3) Piano piano stanno arrivando dei bimbi piccoli… ma sono piccoli loro, non come Pica che è mezzana… “sono mezzana io, capito?!?!?”

Martedì

Ore 17,30 il Monno comincia atletica.
Il cucciolo si prepara verso le 16,00 e per i successivi 90 minuti assillerà gli augusti genitori per assicurarsi di non arrivare in ritardo. Cosa che, ovviamente, non succederà.

Mercoledì

Papà Ovo si presenta alla riunione di presentazione della prima elementare per il Monno…. Insieme a mezza popolazione femminile dell’Ovetto town.
Il suddetto ascolta con attenzione prendendo appunti diligentemente; poi, quando una maestra impartisce l’ordine di preparare nell’astuccio una matita “sì, però attenzione non una matita qualsiasi, serve una matita HB, triangolare per la corretta impugnatura e con i pallini esterni onde evitare che scivoli dalle dita del bambino”… papà Ovo si perde tra i suoi sogni sino al “rompete le righe”.

Giovedì

Mamma Ova, subito dopo cena, prende il computer, la sua agenda di doppia insegnante, l’agende di una bimba che va all’asilo, fa inglese e ginnastica, l’agenda di un bimbo che va in prima elementare, fa inglese e fa atletica, l’agenda di una bimba di terza che fa inglese, ginnastica e catechismo, l’agenda di un marito che viaggia per l’Italia e scompare per la serata.
Ne riemerge un paio d’ore dopo con una bozza di agenda comune che prevede passaggi arditi di vari figli tra i suddetti genitori e gli UCAS.
Papà Ovo ha promesso che cercherà di capire come e cosa dovrà fare.

Venerdì

Gran festa (in differita) per i 6 anni del Monno.
Tanti bimbi, tanti regali, tante focaccine, caramelle, torte, cocacola, aranciata e zanzare.
Il Monno prende un pallone sotto braccio, i suoi amici del cuore, tutti rigorosamente maschi, e sparisce per tutta la festa.
Rientra all’ovile un paio di ore dopo, sporco, sudato e felicissimo!

Sabato

L’Ovetta prepara la cartella per il rientro a scuola di lunedì prossimo.
Controlla che ci sia tutto, ricontrolla per sicurezza, e alla fine controlla una terza volta… non si sa mai.
Poi chiede se può portare a scuola il suo fedele “1° dizionario dei bimbi” che attualmente staziona fisso sotto il braccio della cucciola ovunque ella si sposti.
Ne ottiene un diniego ma questo non la demoralizza.

Domenica

E’ il turno del Monno per preparare la cartella per la scuola, per il suo primo giorno di scuola.
“Mamma, mi devi spiegare ben a cosa servono le tasche di questa cartella. Dove devo mettere i quaderni, dove l’astuccio, dove il diario”. E seguendo le orme della sorella, controlla che ci sia tutto, ricontrolla per sicurezza, e alla fine controlla una terza volta… non si sa mai.
Poi, nel pomeriggio, doppia festa: prima amichetta di 3 anni e poi amicone di 40, profugo in giro per il mondo. Doppia torta, doppi festeggiamenti, doppio trasferimento in Milano.
Non si sa come l’Ovo famiglia sia sopravvissuta.

Riassumendo:
Da lunedì si comincia per davvero e soprattutto ci sarà il primo giorno di scuola del Monno.

Ne parleremo a breve…

 

1607pica500“500” visto da Pica: si possono notare la nuova casa (il contorno) e 6 figure dentro… NO! Non è come pensate! Tranquilli, oltre a noi anche la signora che ci aiuta a tener pulita casa)

This entry was posted in Uncategorized.

2 Comments

  1. mapa 12/09/2016 at 12:44 #

    Auguri bimbi buon anno scolastico a tutti! (Anche ai genitori)

  2. Angolo di me stessa 12/09/2016 at 13:16 #

    seeenti maaaaaaa…parliamo del corso di inglese: utile? Quando hanno cominciato? Come funziona?
    Prossimo anno rientriamo in Italia, ma devo trovare il modo di mantenere il francese…

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*